La rete dei microbirrifici pugliesi...la proposta di Mondobirra.info

Appare oggi un comunicato da parte di Monobirra.info. No, non ha niente a che fare con mondobirra.org, ne condivide solo il nome. Si tratta di un sito di news connesse al mondo della birra che si basa su un progetto che più volte ho cercato di comprendere senza riuscirci molto.

Il comunicato è il seguente:
Domani 19 febbraio alle ore 12.00 presso FERMENTO BEERSHOP in via Mauro Amoruso 59 a Bari si terrà una conferenza stampa di presentazione della "Rete dei Microbirrifici Pugliesi" che partecipano al RHEX di Rimini dal 23 al 26 di febbraio nella sezione Food & Beverage.
I microbirrifici pugliesi fanno sistema e puntano ai mercati stranieri. Inutile quindi dire come il mercato estero rappresenti per le birre pugliesi un importante obiettivo per le esportazioni. "La Rete dei Microbirrifici Pugliesi" nasce da questa consapevolezza! L’idea è di valorizzare e di accompagnare sul mercato nazionale ed estero i microbirrifici pugliesi. Promossa dall'Assessorato alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia, ideato ed organizzato dall'Associazione MondoBirra.info e dal il giornalista Espedito Alfarano. Da qui la partecipazione collettiva al RHEX di Rimini dal 23 al 26 di febbraio nella sezione Food & Beverage per incontrare gli oltre 500 buyers accreditati ma anche, ristoratori, importatori esteri ecc..
I microbirrifici aderenti sono: BRJO di San Giorgio Jonico (Ta); Birra BAS di Taranto; OPUS GRAIN di San Severo (Fg); Birrificio CASTEL DEL MONTE di Ruvo di Puglia (Ba); Birrificio DECIMO PRIMO di Trinitapoli (Bt); BIRRANOVA di Trigianello; Birrificio B94 di Lecce; Birrificio BIRROZZA di Leverano (Le).
A fine conferenza stampa ci sarà una degustazione di birre artigianali a cura dei microbirrifici presenti.
Non mi sembra sensato esprimermi ora, quando ancora non si conoscono per bene i termini di questa iniziativa.
Ma a primo impatto mi fa un certo effetto vedere birrai e produttori conto-terzisti insieme in un unico contenitore commerciale. Qualità e livelli anche molto diversi tra loro unirsi e costituire una rete.

Che sia la risposta pugliese ai vari A.Bi. Lazio ed A.Bi. Campania?
O si tratta di una soluzione meramente provvisoria e legata alle manifestazioni espositive più importanti?

Per ora mi gongolo in questi pensieri e questi dubbi, utili per cercare di interpretare la scena birraria pugliese in continuo movimento.
Se ci sono pronostici o visioni alternative a quelle da me immaginate...sputate!

Cheers!