Si parte per Londra: la mia tabella di marcia

Mancano 10 giorni, ma non sto nella pelle.
A dire il vero è quasi un mese che pianifico un po' tutto, soprattutto scremando tra quella miriade di pub che racchiude Londra.

Con Londra ho un conto in sospeso, ci sono stato 8 anni fa ma solamente per turismo. Entrai in 1 solo pub, in compagnia di un italo-londinese mio parente, ma non ricordo un fico secco di cosa bevvi. Erano gli inizi di una semplice curiosità ed il rammarico di essere stato 9 giorni senza approfittare del patrimonio culturale birrario mi spinge a tornarci.

Le dimensioni della città, il suo enorme patrimonio storico mantenuto a galla dal CAMRA ed il mio breve soggiorno nella capitale inglese rendono questa occasione sì ghiotta ma anche difficile, dovendo conciliare giri turistici e pub crawl, soprattutto cercando di sfruttare il più possibile il tempo a disposizione.

E che dire della possibilità di bere vere real ale, real cider & perry.
Gli obiettivi sono questi, e nello specifico tra le birre punterò tutto su bitter, old ale e sull'universo delle mild. Dovrei beccare anche un mini-festival sulle old ale al White Horse...proprio in quel week-end!
Ci vuole anche fortuna!
Più cerco info su locali e più trovo locali, ma ormai la selezione è fatta.

Ho suddiviso i locali in due fasce: una di imperdibili, l'altra di facoltativi. Come sempre, da mia abitudine, faccio dell'imbucarsi in un pub anche una necessità meteorologica, a maggior ragione applicabile in una città gemellata con la pioggia, nel bel mezzo di novembre.

Ecco la mia lista, dunque, formulata con i criteri di tradizione, estetici e di qualità, scartando gli approcci più modernisti, privilegiando i luoghi dove si consumano birre inglesi dai gusti più in linea possibili con la tradizione:


________________________________________
TOP

A. SOUTHAMPTON ARMS - 139 Highgate Road
B. THE HARP - Chandos Place 47
C. THE GUNMAKERS - 13 Eyre Street Hill
D. MARKET PORTER - 9 Stoney Street
E. YE OLDE CHESHIRE CHEESE - 145 Fleet Street
F. YE OLDE MITRE TAVERN, Ely Court, High Barnet
G. ROYAL OAK, 44, Tabard St
H. THE PRINCESS LOUISE, 208 High Holborn
I. WENLOCK ARMS - 26 Wenlock Rd
J. THE WHITE HORSE - 1-3 Parsons Green
________________________________________
ALTRI

A. THE BREE LOUISE - 69, Cobourg Street
B. EUSTON TAP - 190 Euston Rd
C. THE OLD FOUNTAIN - 3 Baldwin Street
D. BLACKFRIARS - Blackfriars Rd
E. LAMB & FLAG - 33 Rose St
F. WINDSOR CASTLE - 114 Campden Hill Road, Kensington
G. THE RAKE - 14a Winchester Walk, Borough Market
_________________________________________

Ho dovuto fare delle scelte, mettendo in seconda fascia chi manca dell'aspetto estetico e storico e/o della selezione dai gusti tradizionali, e quando ho potuto ho privilegiato anche posti in cui si mangiasse qualcosa di inglese (tipo scotch eggs ecc...)...sperando di non essermi scavato io stesso la fossa!
__________________________________________
A questi è da aggiungere ciò che non ho considerato nonostante fossero inseriti nella nuova guida del Camra 2014:

Grape & Grain, Crystal Palace, SE19 2AA, Bromley
Tapping the Admiral, London, NW1 8SU, North London
Sussex Arms, Twickenham, TW2 5BG, Richmond & Hounslow
Catford Bridge Tavern, Catford, SE6 4RE, South East London
Eagle Ale House, Battersea,  SW11 6HG, South West London
Sportsman, Rickmansworth, WD3 3AD, Watford & District
Churchill Arms, London, W8 7LN, West London
The Fox, Hanwell, W7 2PJ, West Middlesex
____________________________________________

Non li considero perchè, oltre ad essere spesso distanti dalla Zona 1 e 2 (già vastissima), sono locali premiati soprattutto per la selezione anche moderna, in cui non sempre l'aspetto storico e culturale del tradizionale pub spicca. Per cui non fa per me e per i miei obiettivi.

Le fonti sono state tante, ho dovuto fare un mix tra:
Good Pub Guide
Pubs
Beer In The Evening
Pinta Perfetta
Cronache di Birra
Il Barbiere della Birra
London Drinker Magazine 2013 Oct/Nov
London Heritage Pubs
ognuno buono per diverse ragioni, anche se alcuni discordanti su diversi aspetti.

Alla fine bisogna andare anche a naso...
E di bere americanate o nuove IPA inglesi non mi importa proprio...per quello ci sono i beer shop italiani ed i festival!

Per finire...la favolosa mappa della metro con i nomi dei pub di riferimento di ogni fermata...nel caso brancolassi nel buio, è meglio sapere dove posso andarmi a rifugiare...

Chissà se riusciremo a visitare tutti i top...come sempre, sparo alto come stimolo ad avvicinare l'obiettivo il più possibile, ma sarà davvero dura!

Cheers!